Blog è innovazione!

La realtà diventa sempre “più” aumentata…

Sui nostri smartphone e tablet scarichiamo ogni giorno applicazioni di varia natura: giochi, riviste, memo etc… Ma quante realmente ne utilizziamo e quante hanno realmente portato un valore aggiunto nella nostra vita quotidiana?.
Sui nostri smartphone e tablet scarichiamo ogni giorno applicazioni di varia natura: giochi, riviste, memo etc… Ma quante realmente ne utilizziamo e quante hanno realmente portato un valore aggiunto nella nostra vita quotidiana?

Navigando all’interno del mio iPhone stavo cercando di “fare pulizia” quando mi sono soffermato sulla cartella ,da me creata tempo fa, denominata realtà aumentata.  AR1All’interno ho trovato due vecchie app che avevo scaricato più di un’anno fa ed il mio interesse su questa tecnologia si è improvvisamente riacceso. Facendo una veloce ricerca sulla rete e sui principali Store, ho notato quanto siano aumentate le APP di questo tipo, ovvero applicazioni che sovrappongono ad un ambiente esistente (palazzi, strade, mobili …) immagini, suoni ed indicazioni multimediali.

In particolare ho notato il fiorire di applicazioni che mostrano indicazioni su città d’arte (Firenze e Venezia ad esempio) e applicazioni che forniscono indicazioni sui servizi pubblici metropolitani (Milano ad esempio). Con queste App è sufficiente far individuare la propria posizione tramite il GPS e in pochissimi secondi avrete un quadro completo di dove vi trovate e soprattutto di ciò che vi circonda (metro, fermate del bus, ristoranti, etc). Puntando poi il device verso un luogo di interesse vi verranno mostrare a video tutte le caratteristiche di questo luogo: ad esempio puntando il device verso un monumento potrete visualizzare in tempo reale informazioni relative alla sua storia, eventualmente all’orario di visite etc..

A mio avviso le potenzialità della realtà aumentata sono molte, elenco a seguire alcuni settori che a mio avviso potrebbero trarre numerosi vantaggi dall’utilizzo di tale tecnologia:

  • turismo: potrebbe facilitare le visite all’interno di musei (puntando il device verso un quadro o una scultura si potrebbero visualizzare o ascoltare le informazioni che normalmente si possono leggere sulle guide turistiche); potrebbe facilitare i tour nelle città d’arte (impostando magari un percorso guidato che può essere facilmente seguito sullo schermo dello smartphone )
  • Pubblica amministrazione: al’interno degli uffici pubblici l’applicazione potrebbe guidarci in pochi minuti verso la stanza che vogliamo raggiungere, in questo modo non ci si perderebbe più all’interno di tribunali, ministeri, agenzie delle entrate o anche università e ospedali.
  • Edilizia: tramite la realtà aumentata è possibile “posizionare” la versione digitale della futura casa su un terreno da voi scelto. Oppure è possibile sovrapporre i mobili ad una stanza vuota per avere una visione generale di quella che sarà la realtà una volta acquistati i mobili (Ikea ha sviluppato un’app che permette quanto descritto).

Per questi motivi, a mio avviso, la realtà aumentata potrebbe essere una tecnologia che fornirà un valore aggiunto; con uno smartphone e pochi semplici gesti potremo essere sempre aggiornati su dove siamo e su ciò che ci circonda.

Lascia un Commento

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *


− due = 5

È possibile utilizzare questi tag ed attributi XHTML: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <strike> <strong>