Blog è innovazione!
Gabriele Pellegrinetti

Gabriele Pellegrinetti

Gabriele Pellegrinetti si è laureato in Scienze dell'Informazione nel 1996 con una tesi sulle tecnologie multimediali e di realtà virtuale applicate all'insegnamento. Ha maturato un’esperienza ventennale nella progettazione e nell’implementazione di infrastrutture Internet, Client/Server, SOA (Service Oriented Architecture), Cloud e nell’integrazione delle applicazioni WEB, mobile e RIA (Rich Internet Application) con i sistemi informativi aziendali esistenti (client/server e mainframe), utilizzando le principali tecnologie commerciali e open source. Da alcuni anni sta approfondendo gli aspetti relativi allo sviluppo di applicazioni per l'analisi e il governo dei Big Data, in particolare per quanto riguarda l'integrazione dei sistemi esistenti con i file system distribuiti (Hadoop) e i principali DBMS NoSQL (MongoDB, Cassandra, HBASE,...). Appassionato di sicurezza informatica è associato al CLUSIT e a OWASP. È autore di più di venti corsi sulle tecnologie innovative dell'informatica. Nel tempo libero, per passione e interesse personale, sviluppa videogiochi e utility per mobile device, PC e Facebook e inventa nuovi strumenti utilizzando RaspberryPI e Arduino. Appassionato di Astronomia e Cosmologia fin dall’infanzia, è associato all’Unione Astrofili Italiani. Lavora in Tecnet Dati dal 1997.

“SmartDataNet” e Big Data: nasce l’ecosistema intelligente

Intervista a Fabrizio Barbero, direttore dell’area Integrazione del CSI Piemonte.

Riflettori puntati su Internet of Things (IoT). La Pubblica Amministrazione punta sull’IoT per le sue grandi potenzialità: mettere in comunicazione, tramite la rete, oggetti, persone e cose. Potenzialità che si potranno concretizzare, soprattutto, in ambito Smart City: ad esempio, la possibilità di automatizzare, tramite sensori, l’illuminazione pubblica; ottimizzare la raccolta differenziata dei rifiuti; controllare il traffico, etc. Leggi tutto

Big Data, istruzioni per fare business

“Big Data & Analytics Conference”, una conferenza IDC Italia per discutere delle opportunità di business offerte da queste tecnologie. Poco adottate nelle aziende italiane, trovano successo negli Stati Uniti dove i settori in cui vengono utilizzate sono soprattutto: le telecomunicazioni per la gestione dell’interazione con l’utente e gestione del network; i media per la profilatura dell’utente e la gestione dei contenuti multimediali; i financial service per l’implementazione di algoritmi di trading e la verifica degli influencer. In forte espansione anche l’healt care. Leggi tutto